first_image

Città di Ortona

Via Cavour, 24

66026 - Ortona (CH)

Tel. 085 90571

Fax: 085 9066037

Partita I.V.A. 00149620692

protocollo@pec.comuneortona.ch.it

Immagine

Immagine

Immagine

tostiano

bco

Immagine

Estate Ortonese 2018

Immagine

Calendario Eventi
<< Settembre 2018 >>
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

La Grande Guerra al Farnese

Immagine

La mostra del Comando Militare Esercito Abruzzo a 100 anni dalla fine della Prima guerra mondiale

Allestita a Ortona la mostra sulla Grande Guerra. L’iniziativa è stata organizzata in occasione del centenario dalla fine della Prima guerra Mondiale e a cento anni del riconoscimento al capitano Pantaleone Rapino, Medaglia d’Oro al Valore Militare. La mostra sarà inaugurata venerdì 15 giugno a Palazzo Farnese dopo le celebrazioni di Porta Caldari e rimarrà aperta nel fine settimana, poi proseguirà il suo giro in tutti i capoluoghi d’Italia.
La mostra è stata allestita dal Comando Militare Esercito Abruzzo e nasce da un’iniziativa dell’ufficio storico dello Stato Maggiore dell’Esercito. L’intento è quello di mantenere vivo il ricordo di tutti i caduti della Prima guerra mondiale, nonché quello di diffondere gli aspetti storici secondo diverse prospettive d’analisi e punti di vista. Un’iniziativa storico-culturale quindi, volta a far rivivere i volti e i luoghi della tragedia, in particolare quella italiana, raccontando di come all’improvviso cambiò la quotidianità di 5 milioni di italiani chiamati alle armi e di tutte le donne che, per la prima volta, vennero impiegate in lavori nelle fabbriche e presso enti pubblici, gettando le premesse per i futuri movimenti di emancipazione femminile.
Nell’esposizione, gli avvenimenti della guerra vengono ricordati attraverso fotografie, stampe e cimeli appartenuti a soldati e civili: i pannelli, attraverso illustrazioni dell’epoca, ripercorrono le fasi più importanti e salienti del conflitto. Vengono mostrati gli strumenti tipici della guerra: i primi mezzi pesanti quali aeromobili e carri armati, ma anche la mitragliatrice, l’uso dei gas e dell’artiglieria e, in questo modo, viene rievocata inoltre la permanenza nelle trincee, l’attesa dell’assalto e lo scontro che poteva proseguire per giorni, senza sosta. Accanto agli elementi crudi del campo militare, è illustrata anche l’applicazione delle scoperte e delle invenzioni protagoniste della seconda rivoluzione industriale di fine Ottocento: orologi da polso, i primi droni, i primi mezzi di comunicazione e di trasporto o la bicicletta pieghevole.
La mostra sarà inaugurata alla presenza del Tenente Colonnello Antonio Minutella del Comando Militare Esercito Abruzzo e sarà preceduta da un convegno moderato dal direttore della Biblioteca Tito Vezio Viola con gli interventi del generale Leonardo Prizzi, del consigliere nazionale dell’ANMI Lelio Del Re e di Antonio Orlandi ricercatore di storia militare dell’Anmi di Ortona.
Gli orari della mostra: (mattina) sabato e domenica 9,30 - 13,00; (pomeriggio) venerdì, sabato e domenica 16,00 - 19,00